Associazione Tuscolana
“AMICI DI FRASCATI”

Chiesa Madonna di Capocroce

Sorge nel luogo sul quale era la piccola edicola dedicata alla Madonna che miracolosamente fermò, nel 1527, l'orda di Lanzichenecchi che stava per assaltare Frascati. Durante la seconda guerra mondiale fu quasi completamente distrutta. Riedificata negli anni cinquanta ad unica navata centrale sulla quale si affacciano quattro cappelle.

Chiesa di San Francesco

Fu costruita ai primi del 1600 su una preesistente struttura di epoca romana. Al suo interno è conservato un dipinto del Cavalier d'Arpino e affreschi del pittore frascatano Arnaldo Mecozzi.

Chiesa di Santa Maria in Vivario e Campanile

E' l'antica cattedrale di Frascati, costruita intorno ai secoli VIII e IX sulle sostruzioni della villa imperiale dei Giulio-Claudi, già appartenuta a Caio Passieno Crispo. A fianco sorge l'elegante campanile in stile romanico, costruito nel 1305. La Chiesa subì una sostanziale ristrutturazione nel 1495 ad opera del cardinale d' Estouteville, di quell'epoca è l'affresco dell'abside opera di Francesco Caiazza. Durante la pestilenza del 1656 vennero alla luce i due affreschi riproducenti i Santi Rocco e Sebastiano, attualmente costiditi nella cappella loro dedicata. La struttura è a tre navate divise da belle colonne in pietra sperone. Funge da altare un magnifico sarcofago paleocristiano rinvenuto nel bosco di Camaldoli.

Chiesa del Gesù

Venne edificata intorno al 1630 quale residenza dei Gesuiti. In due nicchie, sulla facciata, vi sono le statue di Sant'Ignazio di Loyola e di San Francesco Borgia. L'interno, nella tradizione della Compagnia di Gesù, è a navata unica con cappelle laterali. Di assoluto rilievo è la finta cupola dipinta da Andrea Pozzo, come anche l'abside. Di pregevole visione sono anche due dipinti del polacco Taddeo Kuntze.

Chiesa di San Pietro

E' la basilica cattedrale di Frascati, costruita ad iniziare dal 1598 su disegno di Ottaviano Nonni, detto il Mascherino. La facciata è di Girolamo Fontana e fu ultimata nel 1700 in pietra sperone e travertino. Recentemente restaurata ha riacquistato tutto il suo originario splendore, in particolare nelle statue dei Santi e nell'altorilievo che sormonta il portone principale. L'interno è a tre navate con otto altari laterali che conservano pregevoli opere d'arte. Molto interessanti sono l'altorilievo di Pompeo Ferrucci nell'abside centrale, la croce bronzea del Giubileo del 1750 ed il monumento funebre di Carlo Edoardo Stuart.

Chiesa delle Scuole Pie

E' situata nel luogo ove era l'originario edificio del 1631, distrutto dal bombardamento dell' 8 settembre 1943. Il moderno interno è a tre navate su due livelli.

La Rocca

Occupa l'intero terrazzamento tra le piazze San Rocco e Paolo III, segnalandosi per la robustezza della costruzione che risale al 1400. Il nucleo originario è costituito dalla possente torre quadrata centrale. L' interno custodisce, oltre ad alcuni reperti archeologici dell'area tuscolana, una tela di Carlo Maratta sull' altare della Cappella e in un salone i medaglioni raffiguranti tutti i vescovi tuscolani, opera di Taddeo Kuntze.

Fontana di piazza Paolo III

Fu costruita nel 1697 a memoria della concessione, accordata a Frascati da Paolo V, di poter tenere il mercato nella piazza antistante ogni giovedì. E' costituita da un rocchio di colonna scanalata e sormontata dalla dedica dedicatoria, dalle insegne della Città e del papa Pignatelli.

Fontana di piazza San Rocco

E' la più antica mostra di acqua pubblica di Frascati; fu costruita nel 1480 dal cardinale d' Estouteville quale terminale dell'acquedotto portato in Città dal territorio di Grottaferrata. E' a pianta ottagonale con una elegante vasca in pietra sperone da cui zampilla l'acqua. La lapide posta su di un lato ne ricorda la costruzione.

Fontana di piazza San Pietro

Portata a termine nel 1701 fu donata alla Città di Frascati dagli scalpellini che lavoravano nella facciata della vicina chiesa di San Pietro. Il disegno è di Girolamo Fontana.

Torrione di Porta Granara

Come indica il nome fungeva da deposito di granaglie, dopo essere stato una delle torri di difesa costruite a supporto della cinta muraria medioevale di Frascati, di cui rimane l'elemento superstite.