Il volume scritto in versi dialettali frascatani da Agostino Stellani racconta, come in una favola, storie del passato, di una Frascati di un tempo fatta di una vita quotidiana semplice, fatta di piccole gioie ma anche di grandi sacrifici, gettando così le fondamenta per lo sviluppo della città attuale.

Pubblicato nel 1991, contiene 127 pagine con disegni nel testo.